Fotografia ed elaborazione: contrasto e saturazione


Fotografia e software - Saturazione e contrasto attraverso i software più comuni, Photoshop e Gimp


Fotografia ed elaborazione: contrasto e saturazione

La fotografia digitale apre le porte ad un mondo che prima era difficilmente accessibile a persone comuni ma anche a fotoamatori evoluti che non disponessero di attrezzature sofisticate e costose. Ad esempio, oggetto di questo articolo, sono contrasto e saturazione, due caratteristiche della fotografia che un tempo presupponevano l'impiego di particolari processi di stampa che non erano alla portata di tutti ma che oggi possono essere decisamente facili e veloci.
Il contrasto é il divario che esiste tra gli elementi in luce e in ombra. La saturazione invece, é la forza con cui vengono mostrati i colori.

I processi di elaborazione che illustriamo di seguito sono processi semplici ma che esigono, ovviamente, l'esistenza di una fotografia digitalizzata su computer e un software di elaborazione fotografica evoluto. Per i miei esempi impiego Photoshop 5.5 e Gimp 2.6.

Apriamo un'immagine. La prima cosa che ci viene in mente per l'aumento del contrasto o della saturazione é di utilizzare gli strumeti presenti nei software. Ad esempio in photoshop é possibile aumentare la saturazione utilizzando l'apposito strumento saturazione cliccando i pulsanti sulla tastiera ctrl+U, oppure chiamando la stessa funzione dal menù >Immagine >Regolazioni >tonalità saturazione. La stessa operazione é possibie eseguirla in Gimp.
Così allo stesso modo é possibile aumentare il contrasto, sia in Photoshop che in Gimp, impiegando gli strumenti disponibili per questa operazione. In Photoshop lo strumento contrasto si trova in Immagine >Regolazioni >Luminosità/Contrasto. Per quanto riguarda Gimp non riporto il percorso poichè ogni versione, sistema operativo o distribuzione (nel caso utiliziate Linux) viene proposta con gli strumenti collocati diversamente. Lo trovate comunque sempre sotto il menù >colori

I metodi appena descritti sono metodi che rendono possibile l'aumento di contrasto e della saturazione in maniera veloce e indolore, l'importante é non abusarne. Un altro metodo, più personalizzato che consente di aumentare in unica soluzione contrasto e saturazione, é attraverso l'impiego delle curve.

Lo strumento curve é uno strumento potentissimo che consente l'elaborazione dell'immagine in termini di luminosità. Ad esempio in una foto panoramica dove contrasto e colori vengono attenuati dalla foschia, il semplice impiego delle curve enfatizza il contrasto tra le varie componenti aumentando, di conseguenza anche la saturazione dei colori. Provate a disegnare una S come nella figura di seguito, vedrete aumentare i valori delle zone di luce diminuendo i valori in luce più bassa a beneficio del contrasto globale.




come spiegato nell'articolo dedicato allo strumento curve, é necessario sapere in che modo lo strumento curve agirà sull'immagine. Guardiamo l'immagine di seguito: nello strumento curve il quadrato rosso in alto a destra ci indica che la zona dove la curva andrà a lavorare corrisponde alle alte luci. Il quadrato blu indica il punto della curva che influirà su una zona di luminosità media; infine il quadrato verde indica la zona dello strumento che lavora sulle basse luci.



Questa semplicistica rappresentazione dello strumento curve dà comunque da subito la sensazione della potenza dello strumento. Si percepisce infatti subito che lo strumento non è utile soltanto per aumentare il contrasto ma anche per migliorare la visibilità degli elementi con scarsa luce. Oppure per aumentare la luminosità globale dell'immagine senza però aumentare la luminosità della parti scure o senza bruciare le parti luminose.

Esempio pratico. Prendiamo l'immagine originale, in questo caso una fotografia del ponte vecchio a Firenze, scattata con una Canon 60D.


Adesso applichiamo una correzione ad S come spiegato in precedenza:


Ed ecco il risultato: abbiamo animato il colore blu del cielo, le luci del ponte nonché il contrasto della fotografia.



Categorie